facebook
gplus
linkedin
youtube
02/10/2017, 08:00

zucca superfood, superalimenti, almenti ricchi di betacarotene



La-zucca-un-super-food-tutto-da-scoprire!-


 Curiosità e consigli per conoscere e sfruttare al meglio tutte le benefiche proprietà della zucca.



Arriva l’autunno, come non raccontare qualcosa su uno dei super-alimenti che caratterizzano questa stagione: la zucca!

Prima qualche informazione su quanto ci fa bene e come preservare tutte le sue qualità nutrizionali e poi qualche curiosità!

Troviamo la zucca in vendita in innumerevoli forme e sfumature di colore e, nonostante tanta varietà, è un ortaggio che ha la fortuna di mantenerne sempre inalterati pregi nutrizionali e benefici per il nostro organismo. Quindi a voi la fantasia nella scelta!
Vediamo intanto perchè è considerato un superalimento. Sicuramente per la sua altissima percentuale di betacatotene, precursore della vitamina A, antiossidante che contrasta l’azione dei radicali liberi e rallenta l’invecchiamento delle cellule, antinfiammatorio e protettore della pelle e della vista. Oltre a questo ha dalla sua che, come buona parte degli ortaggi, è un alimento che fornisce pochissime calorie: solamente 18 Kcal per 100 grammi di prodotto. Questo grazie alla quantità d’acqua in essa contenuta, stimata addirittura intorno al 94,5% ed al bassissimo contenuto sia glucidico che lipidico. I carboidrati (zuccheri complessi) infatti ammontano al 3,5%, mentre i lipidi (grassi), pressoché assenti, rappresentano circa lo 0,1%. Anche le proteine sono in bassissima quantità e ne costituiscono solo l’1,1%. Mentre buona è la quantità di fibre che danno il noto senso di sazietà ed aiutano l’intestino.

La zucca, oltre ad essere un superfood, ha anche il pregio di venir bene a tavola in diverse maniere ed allora perché non approfittarne e inserirla in diversi piatti d’autunno e magari conservarla per le prossime stagioni? Può essere cucinata al vapore, lessata, stufata, cotta in forno e chi più ne ha più ne metta! A seguire vi suggerirò alcune ricette che meritano essere provate.
Lo sapevi che rispetto alla maggior parte degli ortaggi la cottura non le fa perdere per strada i suoi principali elementi che favoriscono la nostra salute ma ne favorisce la disponibilità? Sì proprio così i carotenoidi (gli antiossidanti di cui ti ho detto sopra esserne particolarmente ricca) sono molto resistenti alle alte temperature ed anzi la cottura ne favorisce la biodisponibilità (ovvero la possibilità di assimilazione da parte del nostro organismo quando la consumiamo). Infatti i carotenoidi sono sostanze intrappolate nelle cellule dell’ortaggio e solo grazie alla cottura, che danneggia le membrane che li tengono intrappolati, riusciamo a liberarne un gran quantitativo. Stiamo comunque attenti a non stra-cuocere perché rischiamo di perdere gli altri preziosi principi nutritivi!
Inoltre ti suggerisco di concludere sempre la preparazione degli ottimi piatti a base di zucca con in filo di olio, possibilmente evo (extra vergine di oliva), perchè i catotenoidi sono liposolubili, ovvero si sciolgono e vengono trasportati nel nostro organismo dalle sostanza grasse. Di buono c’è che così non li perdiamo nell’acqua di cottura, come invece avviene per i principi nutrizionali idrosolubili.

Rispetto a come conservare  la zucca ecco quello che devi sapere: la zucca intera va mantenuta in un luogo fresco (intorno ai 10°C) mentre dopo essere stata privata della buccia è necessario tenerla in frigo (4°C). Una volta cotta e tagliata a cubetti, può essere congelata, inserendola in sacchetti o contenitori per uso alimentare, avremo così sempre a disposizione la nostra dose di benessere fino a fine inverno.

In cucina della zucca si utilizza proprio tutto!
La polpa può essere frullata o semplicemente schiacciata, naturalmente dopo essere stata cotta, per farne una gradevole purea ottima come contorno; centrifugata, invece, dona un succo buono da bere specialmente al mattino, a digiuno. Non dimentichiamo i preziosi semi di zucca, che non vanno mai buttati ma una volta che li hai risciacquati e asciugati li puoi lasciare essiccare all’aria aperta o tostare al forno per alcuni minuti. Ricordati che una manciata di semi da sgranocchiare costituisce un ottimo spuntino o stuzzichino da aperitivo. Ma li puoi usare per arricchire verdure ed insalate, nel pane, tritare nelle panature, nei dolci e usare nei ripieni.

Anche i semi di zucca sono ricchi di antiossidanti e di micronutrienti, fornendo poche calorie. Come tutti i semi sono ricchi di acidi grassi del tipo omega-6, omega-3 e fitosteroli (se te lo sei perso leggi i miei suggerimenti su come trattarli perchè mantengano tutte le loro proprietà).

Infine l’olio di semi di zucca, dal gusto intenso e dalle caratteristiche simili ai semi, si può usare a piccole dosi per insaporire zuppe, verdure cotte e cereali bolliti.

Questi i miei suggerimenti di benessere intorno alla zucca ma ora largo alle ricette delle mie preziose collaboratrici del progetto "L’ingrediente in comune" e poi ancora qualche curiosità arancione!

Pane:
Pane alla zucca di Il piatto del giorno

Primi:
Risotto zucca speck e Castelmagno di Cucinare le stagioni
Pasta con Zucca,Patate e Ricotta di In Cucina con Sissi
Zuppa di zucca e rosmarino di Le cene del giovedì

Dolci:
Muffin zucca e cioccolato di I Gastronauti
Tenerina di zucca e amaretti di I viaggi di Ciopilla
Pancakes alla zucca con miele e noci di La Cascata dei Sapori

E dulcis in fundo con il cibo si può anche fare arte ... curiosa un po’ qua!


1

Iscriviti alle mie news

Segli un argomento

... qualche suggerimento per gli acquisti...

Clicca sull'immagine e potrai acquistare direttamente quello che vedi. 

Stampinoperuova
Utensileuova
Sbuccia-frutta

DA SAPERE: Alchimie alimentari partecipa al programma di affiliazione Amazon. Vuol dire che se acquisti un libro o qualsiasi altro prodotto usando i link suggeriti in queste pagine, otterrò una piccola percentuale sulla vendita che a te non costa nulla in più rispetto al prezzo normale di vendita ma a me servirà per continuare a fare informazione e mi aiuterà a far crescere questo blog. Grazie per la tua collaborazione!​ 


Alkimì di Michela Di Maria 

Martignacco (UD) - e-mail: alkimi.food@gmail.com - P.IVA 02816270306 

Create a website
Consigli di lettura