facebook
gplus
linkedin
youtube

Le ultime notizie

In questa pagina troverai notizie dal taglio diverso.

Il colore della fascia sopra l'immagine ti darà un suggerimento sulla tipologia di informazioni:

Rosso: lettura etichette e consapevolezza ai consumi

Verde: sicurezza alimentare

Giallo: scelta e preparazione alimenti

Blu: qualcosa di me e sulle mie letture

Iscriviti alle mie news

Scegli un argomento

11/12/2017, 14:00

panettone e pandoro



Panettone-e-pandoro-...-non-tutti-sono-della-stessa-pasta
Panettone-e-pandoro-...-non-tutti-sono-della-stessa-pasta


 Disciplinare rigido per i dolci tipici di Natale ma non tutti utilizzano lo stesso nome!



Un disciplinare rigido impone aPanettone e Pandoro metodi di lavorazione, forma, struttura edingredienti di qualità ma attenzione che quando non viene utilizzatala giusta denominazione le cose cambiano! 

La norma esige che per l’impasto di panettone e panettoneoriginali si utilizzino esclusivamente ed obbligatoriamente farina,burro, uova fresche, uvetta e canditi (nel panettone) in percentualiben definite e che avvenga la fermentazione dell’impasto grazie alievito naturale. Consentita l’aggiunta facoltativa di farciture,ripieni, glassature o decorazioni o l’assenza uvetta e canditi ma conl’obbligo che qualsiasi variazione rispetto alla ricetta classicasia sempre ben indicata in etichetta

Panettoni e pandori non possonosgarrare sui grassi utilizzati, solo burro e null’altro, nè oliodi palma né di altra origine, e contenere uova di categoria A, conalmeno il 4% di tuorlo. Si possono aggiungere latte, miele, malto,aromi, rigorosamente naturali, additivi con il contagocce e limitatiad emulsionanti ed un paio di conservanti (acido ascorbico e sorbatodi potassio), generalmente assenti nella maggior parte dei prodottiin commercio. 

Puoi dedurre che ipanettoni e i pandoro veri sono dolci che di base hanno una certaqualità innata rispetto a tutti i prodotti da forno dolci, natalizio meno. Ad aumentarne il pregio i tempi di lievitazione eraffreddamento che, normalmente, nei prodotti artigianali fanno ladifferenza. 

Pertanto fai sempre attenzionealla denominazione di vendita, se non leggi sulla confezione lascritta panettone o pandoro, non dare per scontato il pregio di ingredientie lavorazione. Generalmente questi prodotti sono messi in vendita conla denominazione di "dolce da forno" e hanno anche forme noncaratteristiche. 

La presenza obbligatoria di burroed uova impone che non esistano un panettone o un pandoro vegano,cosa che implica una denominazione alternativa e conseguente possibileaggiunta di ingredienti di bassa qualità. Tieni d’occhio la listaingredienti e non fidarti che solo perché il prodotto è vegano sia per forza unalimento ad alta qualità. 

Stesso vale per quelli chevantano l’assenza di zucchero in quanto lo zucchero è tra gliingredienti fondamentali previsti dal disciplinare. Confronta semprele calorie se il tuo pensiero è quello di mangiare più leggero e seil tuo non è un problema di salute ma di bilancia. 

In sostanza potrai trovare in commercio dolcidi Natale con ingredienti anche più pregiati ma non sarannopanettoni e pandori. 

Unica eccezione in questo rigore, da quest’anno,  saranno iprodotti senza glutine che potranno pregiarsi della denominazioneoriginale, benché nella loro ricetta sia assente la farina di frumento, ma chegarantiranno tutti gli altri crismi.

Ed ora ti lascio alla fantasia delle foodbloger de "L’ingrediente in comune". Provare per credere!

Antipasti
Pizzette Natalizie di In Cucina con Sissi

Dolci
Tronchetto di Natale di LadiesAreBaking
Biscotto di vetro la ricetta di Natale di I viaggi di Ciopilla
Torta al vino rosso di Cucina e Tentazioni
Eggnog, una coccola preparando il Natale - bevanda dolce - di Enjoy the Turin experience

Felici feste a te! Ed ora regala e condividi queste idee con chi più ci tieni, è pensiero a fare la differenza!



1

Suggerimenti per acquisti di qualità

Uovacioccolato
GourmetMadeInItaly
BannerMadeInItaly728x90

DA SAPERE: Alchimie alimentari partecipa al programma di affiliazione Amazon. Vuol dire che se acquisti un libro o qualsiasi altro prodotto usando i link suggeriti in queste pagine, otterrò una piccola percentuale sulla vendita che a te non costa nulla in più rispetto al prezzo normale di vendita ma a me servirà per continuare a fare informazione e mi aiuterà a far crescere questo blog. Grazie per la tua collaborazione!​ 


Alkimì di Michela Di Maria 

Martignacco (UD) - e-mail: alkimi.food@gmail.com - P.IVA 02816270306 

Create a website
Consigli di lettura